Camerette per bambini: come arredare piccoli spazi in modo originale e funzionale

Internamente Camerette per bambini: come arredare piccoli spazi in modo originale e funzionale

Ogni minimo dettaglio d’arredo trasforma lo spazio nel luogo in cui si desidera abitare e ciò vale, a maggior ragione, per l’allestimento di una stanzetta di piccole dimensioni, destinata ai bambini.
Progettarla è impegnativo, perché bisogna sfruttare ogni zona disponibile ma, allo stesso tempo, è sempre emozionante, perché si costruisce il loro mondo più intimo, tenendo conto della loro creatività e delle loro esigenze, pensando al futuro.
La cameretta dei bambini dovrà, quindi, essere esteticamente attraente, ma anche robusta, funzionale e versatile al punto giusto, in modo da potersi adattare alle età che cambiano.
Conciliare tutti questi requisiti con uno spazio disponibile limitato è un’impresa meno difficile di quanto possa sembrare: tra i diversi modelli arredativi, basterà scegliere la soluzione più adatta alla singola situazione, lasciandosi comunque guidare dal gusto personale.

I criteri per arredare una cameretta di piccole dimensioni

In qualsiasi scelta di arredamento, l’elemento essenziale di una adeguata realizzazione consiste in un’attenta progettazione: quando, poi, si tratta di allestire una camera per bambini in un ambiente di piccole dimensioni, la pianificazione di ogni minimo dettaglio diventa indispensabile.
La stanzetta di un bambino, infatti, dovrà essere comoda e, allo stesso tempo, funzionale ai suoi movimenti, per consentirgli di spostarsi agevolmente e in sicurezza.
Non è importante che tutto sia perfetto, importa piuttosto che tutto sia adatto: per questo motivo, la scelta vincente è rappresentata proprio dalle soluzioni “adattabili” che hanno un importante valore aggiunto, ovvero quello di poter essere modificate a seconda dell’età e delle specifiche esigenze in divenire.
Un arredamento facilmente modulabile, inoltre, non permette solo di sfruttare al massimo ogni centimetro disponibile, ma offre anche la possibilità di cambiare la disposizione dei singoli elementi d’arredo nell’ambiente, trovando per loro una diversa destinazione d’uso: un tavolino da disegno, per esempio, può diventare un piano d’appoggio per lo zaino e altri oggetti di uso quotidiano, così come una cassettiera per i giocattoli può essere utilizzata per contenere libri, giornali, device e apparecchi tecnologici.
Le soluzioni più gettonate per arredare in modo funzionale una cameretta di piccole dimensioni sono quelle che prevedono l’inserimento di letti a soppalco o a castello, ma anche mobili a ponte con mensole, contenitori e letti incorniciati da un armadio a sportelli: tutte scelte che aumentano lo spazio disponibile in cui riporre abiti, giocattoli, libri e ogni cosa che si desidera tenere a portata di mano.
La progettazione di una cameretta “organica”, ovvero in grado di trasformarsi in funzione della crescita del bambino, deve tenere conto di un’analisi delle principali attività da svolgersi tra le sue pareti. A tale scopo deve prevedere, oltre allo spazio destinato al letto, una zona dedicata al gioco e un’altra allo studio; la stanza dovrà, inoltre, essere attrezzata con arredi da disporre verticalmente per sfruttare centimetri preziosi dal pavimento al soffitto.


Cameretta in mansarda? Con il Mansarmadio di Ferrimobili

La cameretta con letto a castello, l’evergreen salva-spazio più divertente

Comodo e funzionale, il letto a castello risponde a un concetto di arredamento minimalista: attualmente di tendenza, trova le sue origini in tempi lontanissimi e resta una delle soluzioni più adottate quando si tratta di ottimizzare lo spazio disponibile.
Per la massima sicurezza di chi lo userà, il letto a castello (a due o tre livelli) deve essere dotato di adeguate protezioni e di una comoda scaletta per raggiungere comodamente il letto o i letti più alti; per essere, invece, assolutamente funzionale, va adeguatamente distanziato dagli altri arredi, anche nelle camere meno ampie.
Allestendo la cameretta di piccole dimensioni con ceste colorate si vivacizza l’atmosfera della stanza e si recupera altro spazio per tenere in ordine molti oggetti; inoltre, inserendo un elemento scorrevole a scomparsa sotto il letto principale, si può ottenere un posto letto in più, da estrarre quando c’è un ospite.


Lasciati ispirare: camerette con letto a castello

La cameretta con letto a soppalco: soluzioni rialzate e volumi variati

I letti a soppalco possono essere realizzati in modi molto creativi e, a seconda dei gusti e della fantasia dei bambini, possono assumere l’aspetto di un castello delle fiabe, di una macchina da corsa o di un teepee indiano.
Per i bambini più piccoli, il letto sarà basso, mentre per i ragazzi si può scegliere l’opzione del letto alto da raggiungere attraverso una scaletta a gradini, che può anche fungere da soppalco attrezzato con cassetti o ripiani aperti, una soluzione esteticamente dinamica e molto funzionale.
Sotto il letto si può collocare una scrivania, uno o più contenitori a sportelli oppure alcune mensole utili ad accogliere libri e tutto il necessario; per recuperare ancora più spazio, si può scegliere di posizionare un armadio angolare.
Sulla testata o ai piedi del letto si può inserire una libreria bassa con scaffali a vista, che tornerà molto utile quando, negli anni, il numero dei libri da riporre aumenterà; lo stesso vale per le mensole a muro disposte verticalmente, magari realizzate – anche a mano, insieme al bambino – in forme diverse e articolate per un arredamento allegro e personalizzato.


Uno spazio movimentato: camerette a soppalco

La cameretta a ponte: tutti i vantaggi di un arredamento modulare e componibile

Le soluzioni che includono un armadio a ponte sono ideali per realizzare le camerette più pratiche: oltre a integrare lo spazio per dormire, studiare o giocare in un unico ambiente, essendo dotate di numerosi volumi multitasking, permettono di sfruttare al massimo lo spazio in altezza.
Versatili ed estremamente adattabili, le camerette componibili a ponte vengono declinate in una vastissima gamma di moduli di dimensioni standard, ma possono facilmente adattarsi agli spazi più difficili e irregolari attraverso la progettazione di elementi d’arredo su misura.
Se lo spazio disponibile non permette l’inserimento di un classico armadio a 4 o 5 ante, la soluzione a ponte diventa indispensabile e risponde assolutamente allo scopo: combinando i moduli sospesi con quelli a pavimento, si crea un ambiente leggero che offre un guardaroba perfettamente funzionale, anche simmetrico, con due colonne armadio oppure in cui uno dei due lati viene destinato ad accogliere un’utilissima libreria a giorno.
L’opzione senza colonna accentua la sensazione visiva di leggerezza perché i pannelli pieni della “spalla” vengono sostituiti da staffe metalliche, sottili ma altrettanto robuste, che assicurano la stabilità del contenitore: una soluzione che è utile adottare specialmente quando lo spazio di fianco è destinato alla zona studio.


Come in un nido: camerette a ponte

Il “castelponte”, supercompatto anche ad angolo

È uno speciale soppalco che integra due letti sovrapposti e un armadio pensile e può svilupparsi sia in modo lineare sia ad angolo, sfruttando al meglio lo spazio disponibile di una piccola stanza per bambini.
Nella maggior parte dei casi, l’armadiatura e i letti a castello vengono sistemati su un’unica parete, lasciando libera la zona al centro della camera e consentendo di posizionare alcuni mobili, per esempio una piccola cassettiera, uno scrittoio, una libreria o un divanetto, su un’altra parete libera.
Le opzioni offerte dal “castelponte” sono davvero tante: il letto in alto può essere fisso o a ribalta, quello inferiore anche scorrevole, mentre sotto i letti rialzati si potrà posizionare uno scrittoio.
I moduli possono essere inseriti sopra il letto alto, accanto alla scrivania, oppure sopra la porta d’ingresso della stanza, massimizzando in questo modo lo spazio disponibile per riporre libri e altri oggetti ma anche abiti, accessori, valigie e attrezzature sportive.
Un’altra interessante opzione salva-spazio è rappresentata dalla scelta di un letto con contenitore per coperte, lenzuola e piumoni, una soluzione perfetta anche per il cambio di stagione.


Camerette trasformabili: quale sarà la tua?

Qualche consiglio finale

In una piccola camera per bambini lo spazio non è mai abbastanza, proprio perché le dimensioni dell’ambiente non sono generose: la parola chiave, quindi, è razionalizzare.
Se si è ancora in fase di progettazione (o di ristrutturazione) della casa, si può considerare che anche i vincoli come porte e finestre possono essere inseriti in modo da andare a vantaggio della composizione d’insieme.
Per massimizzare la capienza di una stanzetta per bambini già pronta e definita, invece, si può optare per una composizione asimmetrica a ponte, con o senza colonna, scegliendo un modulo contenitore con ante scorrevoli nella prima ipotesi, oppure un armadio con ante a battente nel caso in cui sia presente una colonna a terra.
Quanto alle misure, se la stanza è poco profonda, meglio abbinare due letti sovrapposti (di cui uno scorrevole) e un armadio a ponte: una simile soluzione compatta, lunga in media 210 cm, permette di abbinare materassi di dimensioni standard e accostare un contenitore con strutture pensili.

Come vedi, abbiamo le idee chiare in merito! Questo perché da anni siamo specializzati nella progettazione delle camerette per bambini: Centro delle Camerette, ad Arosio in provincia di Como, è uno dei punti vendita del gruppo VogueXperience. Per una consulenza personalizzata o per curiosare tra le soluzioni esposte, vieni a trovarci!

Scopri il Nostro Portfolio Esclusivo!

Sei alla ricerca di ispirazione per la tua casa? Vuoi vedere come abbiamo trasformato le esigenze dei nostri clienti in realtà attraverso soluzioni di design uniche e personalizzate?
Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email per ricevere il nostro portfolio completo.